OPPORTUNITIES FOR WORK IN UKRAINE ARE EXPANDED.

Ukrainian legislation concerning labor of foreigners in Ukraine has been amended on May 23, 2017 (appropriate amendments come into force on September 29, 2017).

There are following new requirements to get work permit in Ukraine by foreigner:

 

  1. Salary of foreigner should be at least ten minimal salaries per month (UAH 37 230 on January 01, 2018).

*There are some exceptions, for example, foreign person who invested into Ukrainian company at least 100 000 EUR can get work permit.

  1. Not only Ukrainian companies but also Ukrainian private entrepreneurs can hire foreign specialists.
  2. Medical certificate and certificate of good conduct are not required to get work permit.
  3. Draft of employment contract with foreigner should be submitted to Government employment center to get work permit.
  4. Max period of validity of work permit constitutes 3 years. After that work permit should be prolonged or foreigner should come abroad and leave Ukrainian employer.
  5. Official fees for getting work permit are:
  • Work permit for three years – 6 living minimums (UAH 10 200 on January 01, 2018).
  • Work permit for six months – one year – 4 living minimums (UAH 6 800 on January 01, 2018).
  • Work permit for less than six months – 2 living minimums (UAH 3400 on January 01, 2018).

*Fees for prolongation of work permit are similar.

  1. Period of issuance of a work permit constitutes 7 working days since the date of submitting of package of documents. Period of prolongation of a work permit – 3 working days.
  2. Seconded foreign employees should also get work permits to work in Ukraine. In this case agreement between foreign company (employer of seconded foreign employees) and Ukrainian company should be submitted to Government employment center.

STAMPS ARE NOT OBLIGATORY IN UKRAINE.

Abolizione dell’obbligo dei timbri.   Ucraina news.

Dal 19 luglio 2017, è in vigore legge N.1982 VIII.

Tale legge abolisce l’obbligo dei timbri e degli stampi per le persone giuridiche o persone fisiche imprenditori, sui documenti ufficiali, ivi compreso contratti, fatture, lettere o comunicazioni agli uffici statali, etc. 

 

STAMPS ARE NOT OBLIGATORY IN UKRAINE.

The Law N.1982 VIII from July 19,2017.

The Law of Ukraine regarding using of stamps by legal entities and private entrepreneurs came into force on July 19, 2017.
According to this law companies and private entrepreneurs can provide business activity without stamps. Signature of authorized person is enough to confirm validity of the document.

Accordo di Associazione UE – Ucraina.

Molte le disposizioni già attuate, tra queste: le misure per la libera circolazione dei cittadini e quelle riguardanti il commercio e la zona di libero scambio. Con l’entrata in vigore definitiva, “nuovo slancio alla cooperazione”.

Bruxelles – Giunge al traguardo, dopo circa 4 anni di tensioni e crisi diplomatiche.

L’11 luglio il Consiglio ha adottato una decisione relativa alla conclusione, a nome dell’Unione europea, dell’accordo di associazione con l’Ucraina. Ciò accade alla vigilia del vertice UE-Ucraina a Kiev, il 12 e 13 luglio.

 

Si tratta della fase finale del processo di ratifica mediante la quale l’UE e l’Ucraina si impegnano in una relazione stretta e a lungo termine in tutti i principali settori strategici che consentirà la piena attuazione dell’accordo dal 1º settembre 2017.

La maggior parte dell’accordo di associazione è già operativa. In effetti molte parti politiche e settoriali dell’accordo si applicano in via provvisoria dal 1° settembre 2014, mentre la parte riguardante il commercio, la zona di libero scambio globale e approfondita (DCFTA), si applica in via provvisoria dal 1° gennaio 2016. La conclusione e l’entrata in vigore dell’accordo daranno ora un nuovo slancio alla cooperazione in settori quali la politica estera e di sicurezza, la giustizia, la libertà e la sicurezza (compresa la migrazione), la fiscalità, la gestione delle finanze pubbliche, la scienza e la tecnologia, l’istruzione e la società dell’informazione.

Nel 2014 l’Unione europea e l’Ucraina hanno firmato un accordo di associazione che segna una nuova fase nello sviluppo delle relazioni UE-Ucraina. L’accordo di associazione è il principale strumento per avvicinare maggiormente l’Ucraina e l’UE: promuove l’approfondimento de legami politici, il rafforzamento dei collegamenti economici e il rispetto di valori comuni. La parte economica dell’accordo, la DCFTA, offre all’Ucraina un quadro per la modernizzazione delle sue relazioni commerciali e lo sviluppo economico tramite l’apertura dei mercati e l’armonizzazione delle leggi, delle norme e dei regolamenti in vari settori. Ciò contribuirà ad allineare i settori chiave dell’economia ucraina alle norme dell’UE.

Il 15 dicembre 2016 il Consiglio europeo ha ribadito il suo impegno a favore della conclusione dell’accordo di associazione UE-Ucraina e ha chiarito l’interpretazione di una serie di aspetti dell’accordo. La decisione dei capi di Stato o di governo dell’UE ha preparato il terreno per la conferma della ratifica dell’accordo da parte di tutti gli Stati membri dell’UE.